bamboo

Perché gli articoli in Bamboo sono sostenibili?

Cari lettori oggi vorrei parlarvi dell’oro verde…ovvero il bamboo! Una pianta che possiede caratteristiche che la rendono una risorsa di altissima qualità e al tempo stesso a bassissimo impatto ambientale.

Ridurre la produzione di plastica è ormai un dovere a cui non possiamo più sottrarci! Ad aiutarci in questo compito fortunatamente oggi ci sono delle nuove leggi europee che impongono divieti e limitazioni sulla produzione e l’utilizzo di plastica inquinante, la quale danneggia irreparabilmente tutti gli ecosistemi terrestri del nostro pianeta. 

Sono fra i 10 e i 20 milioni le tonnellate di plastica che finiscono ogni anno negli oceani del Pianeta, provocando oltre 10 miliardi di dollari l’anno di danni agli ecosistemi marini e non solo.

Sostituire la plastica con il bamboo è un’ottima soluzione sostenibile per affrontare il problema delle microplastiche diffuse e per ridurre lo spreco di risorse che vengono utilizzate per produrre qualcosa che finisce poi per inquinare comunque l’ambiente.

La peculiarità del bamboo è che è un materiale molto versatile e può essere impiegato in mille modi, dalla cucina alla moda, dall’architettura alla cosmetica.

Cos’è il Bamboo?

Le piante di bamboo provengono da zone situate in oriente, come Cina e Giappone, ma sono ormai diffuse anche in Africa e America. I Bambù sono piante diffuse in tutto il pianeta, quindi ne esistono specie tropicali, che preferiscono il caldo e si possono coltivare in vaso, come ne esistono varietà di origine himalayana, che sopportano il freddo e il gelo.

La pianta del bamboo è molto conosciuta per le sue capacità di crescita e la sua maturazione in tempi rapidi rispetto ad altre piante. Questa pianta può raggiungere la massima altezza dopo circa tre mesi e raggiunge la sua massima maturità entro i due anni.

Queste piante solitamente cambiano le foglie in primavera o all’inizio dell’estate, quindi il periodo in cui sono più belli e decorativi è l’estate fino alla fine dell’autunno. Ci sono bamboo nani, che formano piccoli cespi alti un paio di metri e ci sono bamboo giganti, che negli anni possono raggiungere anche i 25 metri di altezza.

Esistono numerose specie di bamboo, appartenenti a generi e continenti diversi come: phyllostachys, pleioblastus, sasa, shibatea, bambusa, ma tutti possono essere impiegati nella produzione di articoli di uso quotidiano.

Perché il bamboo è meglio della plastica?

A differenza del bamboo, la maggior parte delle plastiche non si biodegrada, di conseguenza, tutta quella dispersa in natura resterà sul pianeta per centinaia o migliaia di anni; decomponendosi molto lentamente, accumulandosi nei mari, negli oceani e distruggendo gli ecosistemi.

I Bamboo amano posizioni soleggiate o con un po di ombra, ma sempre ben luminose con terreni leggermente acidi, ma si sviluppano facilmente anche in terreni alcalini. Sono piante rustiche, che sopportano benissimo la siccità e non necessitano di grandi quantità di acqua.

Inoltre il bamboo è 100% biodegradabile che possiamo gettare nell’umido: bastano dalle tre alle quattro settimane perché si decomponga. Grazie alla sua crescita in tempi rapidi, le foreste ricoperte di bambu non sono mai devastate dalla deforestazione ma rimangono sempre intatte.

Se i danni delle plastiche all’ecosistema marino sono ormai una tematica attuale, meno conosciuto è l’effetto che hanno sulla terraferma, dove si stima che un terzo di tutti i rifiuti di plastica finisca nei suoli o nelle acque dolci di fiumi e laghi.

Possiamo finalmente dire che è giunto il momento di dire addio alla plastica. Dobbiamo impegnarci nell’introdurre materiali alternativi nei cicli di produzione, come ad esempio le bioplastiche, per sostiuire la plastica e tutti gli altri materiali dannosi per il pianeta.

Il bamboo è un materiale super resistente, multifunzionale e soprattutto salutare per noi e per l’ambiente. Ma vediamo ora insieme quali sono i molteplici usi del bamboo nella produzione di articoli eco-sostenibili.

I mille utilizzi del bamboo

La peculiarità del bamboo è che è un materiale molto versatile e può essere impiegato in mille modi, dalla cucina alla moda, dall’architettura alla cosmetica.

In cosmetica il bamboo viene usato per combattere la secchezza della pelle; in particolare i prodotti che contengono bambù risultano essere molto idratanti, lenitivi, protettivi, anti-infiammatori, molto profumati, nutrienti e tonificanti!

La “stoffa” generata dalla lavorazione del bamboo, oltre ad essere completamente naturale, è anche molto resistente e antibatterica. Alcuni stilisti come Diane von FurstenbergOscar de la Renta hanno iniziato ad usare il bambù per la creazione dei loro capi. La morbidezza, l’eco-sostenibilità e il prezzo abbordabile (rispetto a seta e cachemire) hanno infatti attirato l’attenzione verso questo nuovo materiale. I capi di abbigliamento in bambù sono al 100% biodegradabili e possono essere completamente decomposti nel suolo da microrganismi o alla luce del sole, senza rilasciare sostanze inquinanti.

Nel settore alimentare invece sono circa 200 le specie di bambù commestibili che forniscono germogli commestibili. Da un punto di vista nutritivo i germogli di bambù freschi rappresentano un alimento sano e nutriente, a basso contenuto di grassi e con un alto contenuto di fibre.

Nel settore edile il bambù è sempre più utilizzato come materiale da costruzione grazie ad una maggiore resistenza e compressione rispetto al classico legno. La resistenza delle sue fibre alla tensione può arrivare a quasi due volte quella dell’acciaio mentre la resistenza alla compressione supera addirittura quella del calcestruzzo.

Merito delle fibre flessibili e morbide, il bambù permette la realizzazione di una vasta gamma di prodotti, per questo motivo sono centinaia le altre applicazioni del bambù. Sul mercato esistono prodotti di ogni genere prodotti con questo materiale come: accessori per la cucina, contenitori, sedie, tavoli, caschi, biciclette, cover per cellulari, tastiere per pc e altri accessori.

Insomma, sostituire la plastica con il bambù non solo rappresenta un passo verso il cambiamento, ma ci porterà ad un futuro più ecologico, sostenibile e meno dannoso per il pianeta.

Se anche voi preferite il bamboo alla plastica e avete già dei prodotti in bamboo a casa vostra, scrivetelo nei commenti.

Se avete trovato l’articolo interessante, leggete anche < I 5 migliori prodotti in bambù per la routine quotidiana>

FONTI


Summary
Perché gli articoli in Bamboo sono sostenibili?
Article Name
Perché gli articoli in Bamboo sono sostenibili?
Description
Sostituire la plastica con il bamboo è un'ottima soluzione sostenibile per affrontare il problema delle microplastiche diffuse e per ridurre lo spreco di risorse che vengono utilizzate per produrre qualcosa che finisce poi per inquinare comunque l'ambiente.
Author
Publisher Name
WWW.VACANZESOSTENIBILI.COM
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *